Fund Selector |

Confronta Fondi |

Portafoglio |

ETF |

Cambi e tassi |

Promotori e Consulenti |

Home |

Real Estate



UK, ancora ridotte le concessioni di prestiti delle banche

23 Feb 2012

A cura di Stefania Basso

Uno dei rischi principali per l’economia rimane la stretta delle condizioni creditizie. Analisi settimanale sul mercato immobiliare di RICS

Sono state positive le notizie per le famiglie nel corso dell’ultima settimana, perchè l’inflazione è rallentata di 0,6 punti percentuali toccando il 3,6% a gennaio. L’ultimo report sull’inflazione redatto dalla Bank of England indica che le pressioni inflazionistiche continueranno a scendere nei prossimi mesi, per il calo dei prezzi del petrolio e la banca continua ad aspettarsi un’inflazione inferiore al target range (del 2%) per gran parte del periodo esaminato. Grazie all’aumento di altri 50 miliardi di sterline del programma di Quantitative Easing le entrate reali dovrebbero rafforzarsi gradualmente e questo dovrebbe supportare l’economia. Uno dei rischi principali all’outlook di crescita rimane la stretta delle condizioni del credito sia a livello interno che a livello europeo.

Le tensioni nell’area euro si sono intensificate negli ultimi tre mesi dell’anno, causando rinnovati timori per l’outlook del Regno Unito nel 2012. Difatti il rapporto sul prestito bancario della Banca Centrale Europea ha mostrato che le condizioni del credito si sono inasprite in modo significativo nel quarto trimestre e si prevede un’ulteriore stretta degli standard creditizi nel primo trimestre, anche se a un ritmo più lento.

I dati relativi ai prestiti per l’acquisto della casa che verranno diffusi giovedì 23 febbraio dalla British Bankers Association (BBA) dovrebbero continuare a indicare un livello ampiamente piatto del prestito. Le approvazioni dei mutui a dicembre sono aumentate moderatamente del 3,9% toccando quota 36.171 da novembre, ma il trend sottostante è rimasto piatto per gran parte degli ultimi due anni. Questo scenario è confermato dal report sul prestito netto agli individui della Bank of England; il rapporto di gennaio ha indicato un lento rialzo delle approvazioni dei prestiti ma l’andamento rimane contenuto. Questo è in linea anche con il risultato dell’indagine di RICS sul mercato residenziale, che indica un sentiment leggermente più positivo tra gli ispettori ma nel complesso senza variazioni di rilievo rispetto allo scorso mese.







Fondionline S.r.l. P. IVA 04783660964 TEL: 02.320625567 Servizio, informativa sui fondi e piattaforma tecnologica Analysis S.p.A.