Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy o negare il consenso al loro utilizzo clicca qui. Continuando la navigazione o chiudendo il banner ne autorizzi l'uso.
Scopri gratuitamente il nostro servizio

COMPILA IL MODULO PER ESSERE RICHIAMATO

Se sei interessato al nostro servizio lasciaci i tuoi dati. Un nostro operatore ti contatterà per fornirti gratuitamente e senza impegno tutte le informazioni relative a FondiOnline.it

DATI DI CONTATTO

* Nota: i campi indicati con l'asterisco sono obbligatori

INFORMAZIONI ADDIZIONALI

PRIVACY E CONDIZIONI DI UTILIZZO

Investitori tra paura della volatilità e temi Esg

29/11/2018

Investitori tra paura della volatilità e temi EsgLa maggioranza degli investitori teme che la volatilità del mercato indebolisca la loro capacità di raggiugere i loro obiettivi di investimento. Gli investitori che cercano di allineare gli investimenti ai loro valori personali integrano ulteriormente le strategie

Secondo l’indagine globale di Natixis Investment Managers - condotta su 9.100 investitori individuali tra Asia, Europa Continentale (400 in Italia), America Latina e Americhe - il 62% degli investitori a livello globale (64% in Italia) crede che la volatilità del mercato indebolisca la loro capacità di raggiungere gli obiettivi di risparmio e di pensionamento.

Pur non rinunciando così tanto alle loro aspettative di rendimento, questa preoccupazione degli investitori a livello globale li spinge ad adottare un approccio più cauto agli investimenti. Oltre 9 investitori su 10 (91%) attribuiscono importanza alla protezione degli asset e a un maggiore controllo del rischio (quasi il 90% degli investitori italiani). Tutti questi risultati suggeriscono che gli investitori sembrano essere predisposti a favorire le strategie di investimento attive, ma essendo anche le commissioni un loro focus, hanno ancora idee sbagliate su ciò che gli investimenti passivi possono offrire.

Gli investitori sono predisposti a favorire le strategie attive per rimanere in pista

In questo scenario di crescente volatilità del mercato, gli investitori globali stanno esprimendo un approccio più difensivo nella costruzione del portafoglio - 9 su 10 affermano che è importante essere protetti dalla volatilità – ma non sono disposti a rinunciare ai rendimenti degli investimenti. Gli investitori italiani si aspettano un rendimento medio annuo del 9,3% al di sopra dell’inflazione.

L’indagine rivela inoltre che a livello globale gli investitori individuali riconoscono la necessità di guardare oltre l’incertezza di mercato attuale, con una schiacciante maggioranza (88% degli intervistati in Italia) che evidenzia l’importanza dei ritorni di lungo termine su quelli di breve. Tre quarti degli investitori afferma che quando si tratta di investire, è importante battere il benchmark. Quasi lo stesso numero (74% a livello globale, il 78% in Italia) dichiara che è importante approfittare dei movimenti di mercato a breve termine. Secondo coloro che hanno risposto alle ultime tre edizioni delle indagini degli investitori istituzionali, dei professional fund buyers e dei consulenti finanziari, gli investimenti attivi sono più adatti a perseguire ciascuno di questi obiettivi di investimento.

L’interesse per gli investimenti Esg continua a crescere

Gli investitori sono sempre più guidati dal desiderio di generare un impatto positivo attraverso i loro investimenti, con l’82% degli investitori italiani intervistati che concorda su come sia una considerazione importante. 3 investitori su 5 (60% a livello globale, quasi il 70% in Italia) affermano che cercano attivamente opportunità di investimento che siano in linea con i loro valori personali, mentre il 58% (63% guardando gli investitori italiani) investe con l’obiettivo di investimenti che abbiamo un impatto sociale e/o ambientale.

Tuttavia, il desiderio di investimento che meglio esprime le convinzioni personali è difficile da razionalizzare per gli investitori che si affidano unicamente ai fondi indicizzati passivi, in quanto centinaia di aziende sono incluse in molti indici più utilizzati, indipendentemente dal loro comportamento aziendale o dalla loro etica. 3 investitori su 5 a livello globale dichiarano che i fondi indicizzati non contengono aziende che riflettono i loro valori personali.

La percezione degli Esg è a un punto di svolta. Se da un lato gli investitori individuali desiderano che i loro investimenti siano allineati ai loro valori, dall’altro le istituzioni vanno ancora oltre e iniziano a vedere negli Esg tanto un beneficio in termini di generazione di alpha quanto una gestione del rischio. Per la prima volta il numero degli investitori istituzionali focalizzati sugli Esg per la generazione di alpha (59%) è ora superiore a quelli più focalizzati sulla mitigazione del rischio.

A cura di: Rocki Gialanella
Parole chiave: investitori, rischio, esg, volatilità
Come valuti questa notizia?
Investitori tra paura della volatilità e temi Esg Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Qualsiasi decisione di investimento che venga presa in relazione all'utilizzo di informazioni ed analisi presenti sul sito è di esclusiva responsabilità dell'investitore, che deve considerare i contenuti del sito come strumenti di informazione. Le informazioni, i dati e le opinioni fornite all’interno della sezione “news” di questo sito si basano su fonti ritenute affidabili ed in buona fede; in nessun caso, tuttavia, si potrà ritenere che Innofin SIM abbia rilasciato attestazioni o garanzie, esplicite o implicite, in merito alla loro attendibilità, completezza o correttezza. Lo scopo dei dati e delle informazioni divulgate attraverso la sezione “news” del sito è prettamente informativo; esse non rappresentano, in alcun modo, una sollecitazione all'investimento in strumenti finanziari.
« Notizia precedente
Rame e petrolio, segnali poco incoraggianti
Notizia successiva »
Rally alle spalle per le tech stocks
ARTICOLI CORRELATI
Un futuro difficile pubblicato il 3 dicembre 2018
2018, brutto anno, ma non terribile pubblicato il 30 novembre 2018
Portafogli anti volatilità pubblicato il 16 ottobre 2018
Cresce senza sosta il mercato delle A share cinesi pubblicato il 18 ottobre 2018
Usare la volatilità per proteggersi pubblicato il 31 ottobre 2018