Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy e/o negare il consenso all'utilizzo dei cookie di terze parti clicca qui.
Continuando la navigazione o cliccando sul tasto "OK" ne autorizzi l'uso.
Scopri gratuitamente il nostro servizio
Scopri i vantaggi del nostro servizio

COMPILA IL MODULO PER ESSERE RICHIAMATO

Se sei interessato al nostro servizio lasciaci i tuoi dati. Un nostro operatore ti contatterà per fornirti gratuitamente e senza impegno tutte le informazioni relative a FondiOnline.it

DATI DI CONTATTO

* Nota: i campi indicati con l'asterisco sono obbligatori

INFORMAZIONI ADDIZIONALI

PRIVACY E CONDIZIONI DI UTILIZZO

Hedge Invest Sgr: temi di investimento per l’inverno tecnologico

30/12/2020

Hedge Invest Sgr: temi di investimento per l’inverno tecnologico

La conseguenza strutturale del coronavirus sta nel fatto di aver indotto un’enorme accelerazione di alcuni trend già esistenti. In particolare, il più significativo è quello che gli esperti di Hedge Invest Sgr definiscono ‘inverno tecnologico’. Nel dettaglio, spiega il gestore Filippo Lanza, l’innovazione tecnologica crea deflazione, sostituendosi alla manodopera e abbattendo i costi di produzione. Le Banche Centrali rispondono alla deflazione mantenendo politiche accomodanti, e in questo modo creano un contesto, a sua volta, favorevole allo sviluppo di nuove tecnologie, dato che i costi di finanziamento sono quasi nulli.

Momento ideale per le società innovative

Si tratta quindi di una circolarità sempre più veloce e sempre più forte, accelerata appunto dalla pandemia, che acuisce le disuguaglianze sociali e crea enormi disparità tra vincitori e vinti a livello economico. Infatti, secondo il gestore del fondo HI Numen Creedit Fund, questa dinamica è ideale per le società innovative che entrano nel mercato, mentre è assolutamente sfidante per le aziende più tradizionali, che rischiano di essere travolte. I settori dove ci sarà più pressione saranno, tra gli altri, la distribuzione, la finanza (per via del fenomeno fintech) e l’energia per via dell’accelerazione delle ‘alternative energy’.

Il 5G spinge verso i sensori ottici

L’esperto segue da vicino cinque temi per capire quali opportunità possono offrire agli investitori: 5G, reti private, fintech, cloud e transizione energetica. Il primo tema è il 5G, di cui ancora non conosciamo quale sarà la ‘killer app’ che convincerà il mondo ad abbracciare in massa questa tecnologia, ma con tutta probabilità farà impiego di sensori ottici. Potrebbe essere legata alla guida autonoma, a un aumento esponenziale nella risoluzione di video o immagini, alla realtà virtuale o aumentata, o al riconoscimento dei gesti. È un buon motivo per puntare su aziende di sensori ottici (come Sony e AMS AG), trovando valutazioni ragionevoli.

Reti private e fintech

Al 5G si lega un altro trend che viene monitorato: la possibile crescita vertiginosa delle reti private che fanno uso di questa tecnologia. Tra i player, Palo Alto Networks è ben posizionata come principale fornitore di servizi di cyber security, grazie alla sua piattaforma innovativa. Il terzo tema è quello del fintech, che rappresenta una sfida epocale per le finanziarie tradizionali. Nel complesso, l’entusiasmo verso questo fenomeno è forse eccessivo, ma il settore offre alcune perle nascoste. Tra queste spicca Cardlytics, società attiva nell’advertising attraverso i canali digitali delle banche.

Nel cloud c’è ancora spazio, nonostante i big

Un ulteriore tema è il cloud: benché in questo settore si trovino a competere buona parte dei giganti tecnologici (Amazon, Google, Microsoft), il livello di penetrazione di questa tecnologia è ancora molto basso e la transizione dovrà essere gestita. Una società meno famosa ma interessante in questo ambito è VMware, attiva nel campo della virtualizzazione e del cloud computing.

La transizione energetica, un occhio di riguardo all’idrogeno

Ultimo tema è la transizione energetica. Si tratta di un trend che sta rivoluzionando l’economia e il nostro modo di vivere. Dal punto di vista degli investimenti, però, può essere considerato come una sorta di campo minato, dato che – secondo Lanza - vi si trovano società con valutazioni ancora più estreme di quelle registrate nella bolla del 2000. In questo settore, si punta sulle aziende legate all’idrogeno che possiedono tecnologie rivoluzionarie, un solido portafoglio di brevetti, partnership solide e ordini in aumento. Alcuni esempi sono FuelCell Energy, Plug Power e Ceres Power.

A cura di: Fernando Mancini
Parole chiave: hedge, 5g, cloud, fintech
Come valuti questa notizia?
Hedge Invest Sgr: temi di investimento per l’inverno tecnologico Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Qualsiasi decisione di investimento che venga presa in relazione all'utilizzo di informazioni ed analisi presenti sul sito è di esclusiva responsabilità dell'investitore, che deve considerare i contenuti del sito come strumenti di informazione. Le informazioni, i dati e le opinioni fornite all’interno della sezione “news” di questo sito si basano su fonti ritenute affidabili ed in buona fede; in nessun caso, tuttavia, si potrà ritenere che Innofin SIM abbia rilasciato attestazioni o garanzie, esplicite o implicite, in merito alla loro attendibilità, completezza o correttezza. Lo scopo dei dati e delle informazioni divulgate attraverso la sezione “news” del sito è prettamente informativo; esse non rappresentano, in alcun modo, una sollecitazione all'investimento in strumenti finanziari.
« Notizia precedente
Confcommercio: il Covid gela i consumi a novembre
Notizia successiva »
Doxa: il Covid cambia l’approccio alla salute degli italiani
ARTICOLI CORRELATI
Hedge Invest Sgr: Borse europee, le opportunità post-crisi pubblicato il 9 settembre 2020
Internet, una MySpace non ci sarà più pubblicato il 18 giugno 2018
La matematica guida gli hedge fund pubblicato il 14 luglio 2017
Banche e fintech alleate per crescere insieme pubblicato il 20 giugno 2017
Consulenza finanziaria a rischio? pubblicato il 23 gennaio 2018