SEI UN CONSULENTE FINANZIARIO AUTONOMO? 
Scopri i vantaggi del nostro servizio
Chiama gratis 800 92 92 95 CONTATTACI
x

Assoreti: raccolta netta positiva in febbraio

In febbraio la raccolta netta degli operatori Assoreti è ammontata a 4,5 miliardi di euro, in aumento del 7,6 pct annuo e del 21,2 pct su base mensile. In forte accelerazione il risparmio gestito. Boom dei prodotti assicurativi/previdenziali.

07/04/2021

La migliore difesa rispetto ai rischi che presentano oggi i mercati finanziari, alla luce della persistente crisi legata alla pandemia, è la diversificazione degli asset da mettere nei portafogli. Una strategia che sempre più investitori stanno adottando, come evidenziano i brillanti risultati che continuano a sfornare le reti dei consulenti abilitati all’offerta fuori sede. Infatti, secondo i dati rilevati da Assoreti, a febbraio il sistema ha registrato una raccolta netta positiva pari a 4,5 miliardi di euro: in crescita del 7,6% rispetto al medesimo mese dell’anno precedente e del 21,2% nel confronto con gennaio 2021.

Ancora in accelerazione il risparmio gestito

La spinta arriva ancora una volta dai prodotti del risparmio gestito, con una valorizzazione pari a 3,5 miliardi di euro, che risulta più che raddoppiata rispetto all’anno precedente (+124,2%) e in aumento del 52,5% su base mensile. Il loro peso all’interno dei volumi complessivi si attesta così al 77,8%. La raccolta netta realizzata sulla componente amministrata del portafoglio, come riporta la nota ufficiale, si attesta a un miliardo di euro, evidenziando dinamiche opposte: il comparto ha accusato contrazioni del 61,9% tendenziale e del 29,6% congiunturale, attribuibili quasi esclusivamente ai flussi di liquidità.

Tofanelli, spicca orientamento alla diversificazione

Anche a febbraio, ha commentato Marco Tofanelli, segretario generale dell’Associazione, i risultati di raccolta delle reti si confermano solidi, con uno spiccato orientamento alla diversificazione degli investimenti. In un clima di incertezza che continua a tradursi in una forte propensione al risparmio, il servizio di consulenza prestato dagli operatori finanziari prosegue nell’indirizzare le risorse verso forme di investimento in grado di proteggere il portafoglio dei clienti creando valore. Nel mese le preferenze degli investitori si sono concentrate sulle gestioni collettive e sul comparto assicurativo/previdenziale.

+248% raccolta netta sui fondi comuni

La spinta del risparmio gestito coinvolge tutte le macro-famiglie. La distribuzione di quote di fondi comuni determina una raccolta netta di 1,2 miliardi (+248,1% annuo, +52,4% mensile). Le scelte di investimento si sono dirette sulle gestioni collettive aperte di diritto estero, con flussi netti per 1,5 miliardi, mentre il bilancio mensile sui fondi aperti italiani è negativo per 320 milioni. Le sottoscrizioni nette sulle gestioni patrimoniali individuali toccano i 658 milioni (+62,1% annuo, +48,5% mensile) con dinamiche differenti tra GPF e GPM: le prime segnano flussi per 852 milioni, mentre le seconde vedono riscatti per 195 milioni.

Il boom dei prodotti assicurativo/previdenziali

In febbraio si conferma il crescente interesse degli italiani per il comparto assicurativo/previdenziale: le risorse nette destinate a questo settore toccano infatti 1,7 miliardi di euro, con aumenti del 104,2% rispetto a un anno fa e del 54,2% nei confronti dello scorso gennaio. Nel dettaglio, la crescita coinvolge le polizze unit linked (1,1 miliardi) e i prodotti multiramo (522 milioni).

Il peso degli OICR aperti

I risultati realizzati dalle reti nell’ambito del risparmio gestito si traducono in un contributo decisivo (attraverso la distribuzione diretta e indiretta di quote) al sistema degli OICR aperti: a febbraio la raccolta netta ha raggiunto i 3,6 miliardi, risultando così determinante nel portare su valori positivi anche il bilancio dell’industria degli OICR aperti (2 miliardi). Il contributo da inizio anno sale a 5,3 miliardi e rappresenta l’80,9% dei volumi di raccolta realizzati dall’intero sistema fondi (6,6 miliardi).

Stazionaria l’attività nel risparmio amministrato

Per quanto riguarda il risparmio amministrato, gli investimenti netti realizzati sono positivi per 114 milioni di euro, valore sostanzialmente in linea a quanto realizzato a gennaio (-1,9% mensile) e in crescita nel confronto con il mese di febbraio 2020, quando la raccolta era negativa. Il bilancio è positivo per gli exchange traded product e gli strumenti del mercato monetario, mentre prevalgono le vendite sulle altre principali tipologie di strumento finanziario. La liquidità netta mensile confluita su conti correnti e depositi si conferma positiva, a 890 milioni, anche se in decisa contrazione (-68,4% annuo, -32,1% mensile).

A cura di: Fernando Mancini

Parole chiave:

assoreti consulenti raccolta
Qualsiasi decisione di investimento che venga presa in relazione all'utilizzo di informazioni ed analisi presenti sul sito è di esclusiva responsabilità dell'investitore, che deve considerare i contenuti del sito come strumenti di informazione. Le informazioni, i dati e le opinioni fornite all’interno della sezione “news” di questo sito si basano su fonti ritenute affidabili ed in buona fede; in nessun caso, tuttavia, si potrà ritenere che Innofin SIM abbia rilasciato attestazioni o garanzie, esplicite o implicite, in merito alla loro attendibilità, completezza o correttezza. Lo scopo dei dati e delle informazioni divulgate attraverso la sezione “news” del sito è prettamente informativo; esse non rappresentano, in alcun modo, una sollecitazione all'investimento in strumenti finanziari.

Articoli correlati