Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy o negare il consenso al loro utilizzo clicca qui. Continuando la navigazione o chiudendo il banner ne autorizzi l'uso.
Scopri gratuitamente il nostro servizio

COMPILA IL MODULO PER ESSERE RICHIAMATO

Se sei interessato al nostro servizio lasciaci i tuoi dati. Un nostro operatore ti contatterà per fornirti gratuitamente e senza impegno tutte le informazioni relative a FondiOnline.it

DATI DI CONTATTO

* Nota: i campi indicati con l'asterisco sono obbligatori

INFORMAZIONI ADDIZIONALI

PRIVACY E CONDIZIONI DI UTILIZZO

A caccia di imprese emergenti dal business sostenibile

05/07/2017

A caccia di imprese emergenti dal business sostenibileLa ricerca di opportunità d’investimento nelle società dei mercati emergenti implica un notevole sforzo per individuare aziende in grado di muoversi al meglio in quadri normativi ancora non ben delineati

La minima tutela concessa agli investitori esteri di minoranza come noi ci colloca in una posizione tale che sarebbe molto improbabile vincere una causa, ad esempio, dinnanzi a un tribunale russo o cinese, per diritti che ci aspetteremo di possedere in molti paesi sviluppati.

Pertanto, la valutazione iniziale della qualità rappresenta la fase più importante dell’analisi delle società in cui investire. Secondo Glen Finegan, Janus Henderson , una caratteristica determinante della qualità di un’azienda è quella che definiamo “sostenibilità del franchise”. Il gestore è convinto che un’azienda ottenga in modo implicito o esplicito una licenza a operare da tutti i suoi stakeholder: comunità, dipendenti, clienti, azionisti e governo. Perché una società sia considerata sostenibile, deve tenere conto, secondo il money manager, degli interessi di tutte le parti, oltre che dei fattori ambientali.

Una società che riversa acque tossiche in un fiume, sfrutta i suoi dipendenti o adotta un approccio di governance discutibile lancia dei segnali di avvertimento riguardo al suo scarso impegno nei confronti del futuro a lungo termine del proprio business – un aspetto che (come spesso purtroppo non avviene) dovrebbe riflettersi nella sua valutazione. Un’azienda che sfrutta le parti coinvolte al solo scopo di accrescere i propri guadagni viene presto scoperta e suscita una reazione da parte dei clienti o del governo, che si traduce in un grave danno alla propria economia interna. E anche se ciò non accadesse, un’azienda che non si fa scrupoli a sfruttare le parti coinvolte con il tempo finisce per vessare anche gli azionisti, in nome del suo interesse primario, ovvero un arricchimento a breve termine.

Quando si tratta di sostenibilità, l’esperto di Janus Henderson punta su  un approccio “a crocette”, poiché spesso comprendere il “perché” è altrettanto importante del conoscere il “cosa”. Molte società sono controllate da un singolo o da un gruppo, come un governo o una famiglia, ma ciò non significa che siano di cattiva qualità. Ad esempio, se una famiglia è allineata con l’azionista e si preoccupa della propria reputazione, poter contare su una leadership a lungo termine può contribuire all’ottima stabilità dell’azienda. Ciò a sua volta può alimentare la fiducia di un team manageriale nei suoi finanziatori e stimolarlo a intraprendere decisioni coraggiose anche dove altri sono timorosi.

Al contempo, Il manager sottolinea che non esiste una società perfetta e di un’azienda tende a osservare l’andamento nel corso del tempo piuttosto che limitarci ad analizzarne la situazione in un determinato momento. Se il business sottostante è interessante, ma il team ritiene che dei cambiamenti potrebbero migliorare il valore per gli azionisti, il team di gestione si impegna con il management per indurlo ad apportare tali modifiche.

Finegan non perde di vista il fatto che, come tutti gli investitori istituzionali, si è solo investitori di minoranza e crede nella creazione di relazioni efficaci con il management, basate sul rispetto reciproco e su un orizzonte d’investimento di lungo periodo. Il money manager ha anche constatato che questo tipo di impegno aiuta a consolidare la convinzione nella strategia d’investimento generale, perché consente di comprendere le varie sfaccettature di un team manageriale.

A cura di: Rocki Gialanella
Come valuti questa notizia?
A caccia di imprese emergenti dal business sostenibile Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Qualsiasi decisione di investimento che venga presa in relazione all'utilizzo di informazioni ed analisi presenti sul sito è di esclusiva responsabilità dell'investitore, che deve considerare i contenuti del sito come strumenti di informazione. Le informazioni, i dati e le opinioni fornite all’interno della sezione “news” di questo sito si basano su fonti ritenute affidabili ed in buona fede; in nessun caso, tuttavia, si potrà ritenere che Innofin SIM abbia rilasciato attestazioni o garanzie, esplicite o implicite, in merito alla loro attendibilità, completezza o correttezza. Lo scopo dei dati e delle informazioni divulgate attraverso la sezione “news” del sito è prettamente informativo; esse non rappresentano, in alcun modo, una sollecitazione all'investimento in strumenti finanziari.
« Notizia precedente
Italia, il bicchiere mezzo pieno
Notizia successiva »
Affrontare la volatilità del mercato cinese
ARTICOLI CORRELATI
Opzione emerging bond pubblicato il 12 novembre 2018
Caccia a punti di ingresso negli Em pubblicato il 19 novembre 2018
Il variegato universo delle divise emergenti pubblicato il 1 agosto 2018
Prospettive positive intatte per azioni e bond degli Em pubblicato il 2 ottobre 2018
Gli Em guardano alla solidità cinese pubblicato il 22 ottobre 2018