Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy o negare il consenso al loro utilizzo clicca qui. Continuando la navigazione o chiudendo il banner ne autorizzi l'uso.
Scopri gratuitamente il nostro servizio

COMPILA IL MODULO PER ESSERE RICHIAMATO

Se sei interessato al nostro servizio lasciaci i tuoi dati. Un nostro operatore ti contatterà per fornirti gratuitamente e senza impegno tutte le informazioni relative a FondiOnline.it

DATI DI CONTATTO

* Nota: i campi indicati con l'asterisco sono obbligatori

INFORMAZIONI ADDIZIONALI

PRIVACY E CONDIZIONI DI UTILIZZO

Presentazione di Legg Mason Global Asset Management

11/06/2018

Abbiamo intervistato Matteo Lenardon, deputy country head Italia di Legg Mason Global Asset Management.

Quando nasce Legg Mason e quali sono la sua mission e i suoi valori?

Dalla sua fondazione nel 1899, Legg Mason Global Asset Management si è evoluta in una delle principali società mondiali di gestione patrimoniale, al servizio di investitori privati e istituzionali in sei continenti. Una rete mondiale di 40 uffici e circa 3.400 dipendenti è al servizio dei nostri clienti per aiutarli a raggiungere i loro obiettivi finanziari attraverso strategie d’investimento di lungo termine a gestione attiva. Con un patrimonio complessivo di 763 miliardi di dollari (al 30/11/17), il Gruppo Legg Mason è organizzato con un modello multi-affiliate, oggi vanta al suo interno 9 operatori detenuti da Legg Mason ma indipendenti dal punto di vista della gestione degli investimenti. Ciascuno è specialista nella propria asset class di competenza. Fanno parte del gruppo i gestori attivi Western Asset Management, Brandywine Global, ClearBridge Investments, Martin Currie, Royce & Associates, EntrustPermal, Clarion Partners, QS Investors e RARE Infrastructure.

Attraverso le nostre affiliate puntiamo ad offrire ai nostri clienti un numero crescente di scelte d’investimento, di prodotti e di veicoli, spesso collaborando con loro a tutte le latitudini su soluzioni ad hoc.

Crediamo che la globalizzazione dei mercati abbia portato ad una maggiore complessità che i nostri clienti devono navigare. L’abilità di essere al tempo stesso globali e locali, in primis nell’ingaggiare una vera partnership con i clienti, è essenziale per il successo futuro.

Quali sono in sintesi le principali strategie di investimento adottate?

Molti modelli di calcolo del rischio potrebbero progressivamente sottostimare il vero livello di rischio dei portafogli, dunque può essere opportuno posizionarsi su strategie attive orientate al contenimento della volatilità in ambito azionario e svincolate da benchmark – detto anche “unconstrained” - in ambito obbligazionario.

Su quest’ultimo fronte, riteniamo che i comuni benchmark obbligazionari siano inefficienti, poiché le loro logiche di costruzione li fanno concentrare sugli emittenti (governi o aziende) più indebitati e sui bond più a premio.

La nostra missione ultima è generare alfa.

Il nostro approccio è svincolato dalle insidie (e limiti) degli indici tradizionali. Puntiamo a ed abbiamo dimostrato di essere in grado di generare alfa decorrelato, puntando su una forte flessibilità in primis sulla gestione attiva della duration e delle curve. 

All’interno della vostra ampia gamma di offerta può descriverci alcuni dei prodotti più interessanti?

Sulla piattaforma FondiOnline.it sono disponibili tutti i fondi della gamma LMGF. Vorrei in particolare focalizzarmi su 3 fondi obbligazionari che adottano una strategia unconstrained:

Legg Mason Western Asset Macro Opportunities Bond Fund: lo descriviamo come un unconstrained global macro obbligazionario disegnato per produrre rendimenti interessanti in qualsiasi scenario di mercato. E’ una strategia Total Return con una bassa correlazione con il beta azionario e con tutti i tradizionali indici del mercato obbligazionario. Viene gestito con un budget di volatilità massima annua del 10% (ma in realtà la volatilità dal lancio si attesta poco sopra al 6%). Il fondo combina allocazioni core nei cosiddetti asset rischiosi dell’obbligazionario con una gestione molta attiva delle componenti macro come duration, curva dei rendimenti e trade di gestione della volatilità.

Legg Mason Brandywine Global Income Optimiser Fund: è un fondo globale obbligazionario flessibile che punta a fornire un livello sostenuto di reddito ed al tempo stesso preservare il capitale attraverso un approccio value e di tipo unconstrained tra settori e paesi. L’approccio attivo e flessibile permette di selezionare le opportunità d’investimento più interessanti in ogni momento e di allocare dinamicamente su tutto lo spettro obbligazionario globale, che include titoli di stato in valuta locale – sia emergenti sia sviluppati – corporate bond, emissioni strutturate e derivati caratterizzati da forte liquidità, impiegati per gestire i rischi tattici. Sfrutta la forte expertise di Brandywine nell’analisi top-down tesa alla ricerca di valore in vari paesi, settori e valute. Ciò permette di ottenere performance interessanti in termini di rischio/rendimento attraverso tutto il ciclo economico. Il fondo può rappresentare una valida alternativa ad allocazioni high yield con una maggiore enfasi sulla preservazione del capitale.

Legg Mason EntrustPermal Alternative Income Strategy Fund: si tratta di un fondo alternative multistrategy. L’allocazione principale è su strategie long/short credit, con una fonte di diversificazione offerta da altre due strategie, una event driven ed un systematic macro globale. Trattandosi di una proposta liquid-alternative è un fondo pensato per avere una volatilità contenuta.Il portafoglio è stato studiato per avere una bassa correlazione con i mercati tradizionali obbligazionari ed anche azionari.  Essendo strutturato come un fondo di mandati su strategie alternative, gestito in maniera del tutto trasparente, è in grado di monitorare l’esposizione del portafoglio a un determinato mercato e a determinati titoli quotidianamente. I rischi di portafoglio sono gestiti calibrando l’allocazione a sub-gestori in grado di ridurre ed espandere la propria esposizione al mercato e di ottenere risultati non correlati tra loro.

A cura di: Paola Sacerdote
Come valuti questa notizia?
Presentazione di Legg Mason Global Asset Management Valutazione: 3/5
(basata su 2 voti)
Qualsiasi decisione di investimento che venga presa in relazione all'utilizzo di informazioni ed analisi presenti sul sito è di esclusiva responsabilità dell'investitore, che deve considerare i contenuti del sito come strumenti di informazione. Le informazioni, i dati e le opinioni fornite all’interno della sezione “news” di questo sito si basano su fonti ritenute affidabili ed in buona fede; in nessun caso, tuttavia, si potrà ritenere che Innofin SIM abbia rilasciato attestazioni o garanzie, esplicite o implicite, in merito alla loro attendibilità, completezza o correttezza. Lo scopo dei dati e delle informazioni divulgate attraverso la sezione “news” del sito è prettamente informativo; esse non rappresentano, in alcun modo, una sollecitazione all'investimento in strumenti finanziari.
« Notizia precedente
Coco, un'alternativa ai Btp
Notizia successiva »
Corea del Nord, Fed e Bce nell’agenda della settimana
ARTICOLI CORRELATI
Un futuro incerto per le banche e il risparmio gestito pubblicato il 21 marzo 2018
Presentazione di BMO Global Asset Management pubblicato il 9 aprile 2018
Multi-asset, gli errori da evitare pubblicato il 7 giugno 2017
Un futuro meno costoso per l’energia alternativa pubblicato il 12 giugno 2018
Presentazione di Etica Sgr pubblicato il 7 maggio 2018