Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy e/o negare il consenso all'utilizzo dei cookie di terze parti clicca qui.
Continuando la navigazione o cliccando sul tasto "OK" ne autorizzi l'uso.
Scopri gratuitamente il nostro servizio

COMPILA IL MODULO PER ESSERE RICHIAMATO

Se sei interessato al nostro servizio lasciaci i tuoi dati. Un nostro operatore ti contatterà per fornirti gratuitamente e senza impegno tutte le informazioni relative a FondiOnline.it

DATI DI CONTATTO

* Nota: i campi indicati con l'asterisco sono obbligatori

INFORMAZIONI ADDIZIONALI

PRIVACY E CONDIZIONI DI UTILIZZO

Assicurazioni: aumenta raccolta premi nel property

19/03/2020

Assicurazioni: aumenta raccolta premi nel propertyIn Italia ci si assicura di più che in passato, soprattutto nel campo del ramo danni. A fine del 2018 la raccolta premi nel comparto property è stata di circa 5,4 miliardi di euro, in aumento del 9,3% rispetto al 2013, rappresentando poco più del 16% di quella totale del ramo danni. Nel 2018 i premi contabilizzati dalle 56 imprese operanti nel ramo “Altri danni ai beni” sono aumentati per il terzo anno consecutivo, a 2,94 miliardi di euro (+4,3% rispetto al 2017 e +7,5% rispetto al 2013). Questi sono pari al 54,3% della raccolta del comparto property e all’8,9% del totale dei premi danni, in crescita rispetto all’8,6% del 2017 e al 7,9% nel 2013.

Bollettino Ivass dedicato al settore

È quanto emerge dal primo bollettino statistiche che l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni (Ivass) ha dedicato all’attività assicurativa nel settore property, costituito dai rami Incendio-Elementi naturali e Altri danni, e nel ramo Responsabilità civile generale. Questa pubblicazione, precisa una nota, prende in esame gli anni dal 2013 al 2018. Successivamente avrà cadenza annuale. In particolare, la raccolta nel ramo “Responsabilità civile” ha avuto un ritmo di crescita più lento (+6,1%), raggiungendo nel periodo considerato poco più di tre miliardi (9% del totale della raccolta danni).

Ramo incendio ed elementi naturali torna in utile

A dicembre del 2018, secondo il rapporto dell’Ivass, nel ramo “Incendio ed Elementi naturali” l’utile è stato di 36 milioni e il ramo “è tornato nuovamente a risultati positivi dopo la perdita di 61 milioni nel 2017”. In questo segmento il premio medio per unità di rischio assicurata, al netto degli oneri fiscali e parafiscali, è stato di 139 euro. Nel ramo “Altri danni ai beni”, il risultato consolidato nel 2018 è stato negativo per 156 milioni, “in deciso peggioramento – si legge nella nota - sul 2017, che aveva segnato una perdita di 78 milioni”. Il premio medio per unità di rischio, al netto degli oneri fiscali e parafiscali, è stato pari a circa 158 euro, in calo in termini reali del 2,9% rispetto all’anno prima e del 2,8% rispetto al 2013. I sinistri nel 2018 sono stati 1.017.423, in aumento (+6,5%) sia rispetto al 2017 sia rispetto al 2013 (+10,4%). La frequenza sinistri complessiva rispetto alle unità di rischio assicurate è del 5,48%, stazionaria sia in confronto all’anno precedente (5,52%) che al 2013 (5,51%).

Ramo “Responsabilità civile generale” in forte crescita

Per quanto riguarda il ramo “Responsabilità civile generale”, precisa ancora l’Authority, l’utile registrato è stato pari a un miliardo di euro, in crescita del 14% rispetto al 2017. Il ramo ha mostrato “risultati positivi a partire dal 2014”. In questo settore, il premio medio per unità di rischio assicurata, al netto degli oneri fiscali e parafiscali, è stato di circa 153 euro, in termini reali in calo del 3,8% sul 2017 e del 6,3% sul 2013.

Nel 2018 i premi contabilizzati dalle 55 imprese operanti nel ramo r.c. generale hanno raggiunto 3,02 miliardi di euro, in crescita per il secondo anno consecutivo, segnando un +3,2% rispetto al 2017 (+4,7% rispetto al 2013). Cifra che rappresenta il 9% del totale dei premi danni, quota stazionaria rispetto agli ultimi tre anni, ma superiore rispetto all’8,5% segnato nel 2013. In totale i sinistri nel 2018 sono stati 325.578, in aumento del 4,2% rispetto al 2017, ma in deciso calo (del –15,7%) rispetto al 2013. In questo ambito la frequenza sinistri complessiva rispetto alle unità di rischio assicurate nel 2018 è dell’1,65%, sostanzialmente stabile rispetto all’1,69% dell’anno precedente, ma in significativo calo in confronto al 2,05% del 2013.

A cura di: Fernando Mancini
Parole chiave: ivass, raccolta, premi, responsabilità
Come valuti questa notizia?
Assicurazioni: aumenta raccolta premi nel property Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Qualsiasi decisione di investimento che venga presa in relazione all'utilizzo di informazioni ed analisi presenti sul sito è di esclusiva responsabilità dell'investitore, che deve considerare i contenuti del sito come strumenti di informazione. Le informazioni, i dati e le opinioni fornite all’interno della sezione “news” di questo sito si basano su fonti ritenute affidabili ed in buona fede; in nessun caso, tuttavia, si potrà ritenere che Innofin SIM abbia rilasciato attestazioni o garanzie, esplicite o implicite, in merito alla loro attendibilità, completezza o correttezza. Lo scopo dei dati e delle informazioni divulgate attraverso la sezione “news” del sito è prettamente informativo; esse non rappresentano, in alcun modo, una sollecitazione all'investimento in strumenti finanziari.
« Notizia precedente
Borse: la Fed porta a zero i tassi Usa
Notizia successiva »
Cbre: impatto coronavirus sull’immobiliare sarà minimo
ARTICOLI CORRELATI
Fondi: brillante raccolta del risparmio nel II trimestre pubblicato il 10 settembre 2020
Fondi: raccolta netta positiva in luglio per 3,5 mld pubblicato il 18 settembre 2020
Assoreti: raccolta netta luglio sale del 28,6 pct annuo pubblicato il 20 settembre 2020
Fondi: in agosto accelera la raccolta netta pubblicato il 25 settembre 2020
Assoreti: patrimonio giugno di nuovo sopra i 600 mld pubblicato il 2 settembre 2020