Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy e/o negare il consenso all'utilizzo dei cookie di terze parti clicca qui.
Continuando la navigazione o cliccando sul tasto "OK" ne autorizzi l'uso.
Scopri gratuitamente il nostro servizio

COMPILA IL MODULO PER ESSERE RICHIAMATO

Se sei interessato al nostro servizio lasciaci i tuoi dati. Un nostro operatore ti contatterà per fornirti gratuitamente e senza impegno tutte le informazioni relative a FondiOnline.it

DATI DI CONTATTO

* Nota: i campi indicati con l'asterisco sono obbligatori

INFORMAZIONI ADDIZIONALI

PRIVACY E CONDIZIONI DI UTILIZZO

Assicurazioni: sempre più clienti cercano la polizza sul web

12/06/2020

Assicurazioni: sempre più clienti cercano la polizza sul web

I consumatori di tutte le età stanno adottando una ‘mentalità da millennial’ e fanno sempre più affidamento su ricerche personali attraverso vari canali per reperire informazioni e acquistare prodotti assicurativi. È quanto emerge da uno studio condotto da Capgemini, il ‘World Insurance Report 2020’, il quale ha messo in evidenza come sia in rapida crescita il numero dei clienti che si rivolgono a operatori non tradizionali, come le BigTech (multinazionali del comparto tecnologico) e i product manufacturer, per ottenere offerte innovative e personalizzate con una migliore customer experience: oggi sono il 36% (rispetto al bacino degli intervistati), mentre erano il 17% appena nel 2016.

Il Covid-19 ha accelerato l’utilizzo della rete

Questo percorso è stato accelerato dalla pandemia di COVID-19, che ha favorito l’utilizzo dei canali digitali da parte di tutti gli utenti e in questo nuovo scenario, secondo lo studio, solo gli ‘inventive insurer’ riusciranno a sopravvivere. Le compagnie come le abbiamo conosciute finora sono quindi destinate a trasformarsi: dovranno adeguarsi alla tecnologia, rivalutare i loro portafogli (in funzione di un servizio sempre più mirato) e sfruttare le partnership. Inoltre, considerato che le preferenze dei clienti si evolvono rapidamente, è necessaria una valutazione continua attraverso la gestione dei dati, in modo che la ‘customer experience’ si evolva di pari passo con le esigenze dei clienti. Anche in considerazione del fatto che oggi, secondo la ricerca, il 75% dei clienti si dice disposto a cambiare compagnia assicurativa qualora un servizio continuo non fosse disponibile ‘omni-channel’.

L’adozione del digitale non è più una questione di età

L'adozione digitale non è più ormai questione di età, ma ricercare informazioni e acquistare direttamente prodotti assicurativi online è diventata una prassi comune per chi ha accesso al web e ai social media. Il report mostra che il numero di clienti della Generazione X o di quelle precedenti (nati prima del 1980) che effettuano transazioni tramite canali online e dispositivi mobili (come ad esempio fare acquisti o pagare bollette) è raddoppiato, passando dal 30% nel 2018 al 64% nel 2020. Il lockdown messo in atto per contenere il contagio da coronavirus farà crescere ulteriormente il trend, visto che i consumatori sono costretti a usare la rete, indipendentemente da età o know-how tecnologico.

Nuova equazione di fiducia nel settore dell’assicurazione

Il ‘World Insurance Report 2020’ raggruppa i clienti assicurativi in quattro categorie - pioneer, inquisitive, experimental e follower - in base al loro comportamento dal punto di vista sociale e alle loro preferenze di acquisto. Per le decisioni d’acquisto, i clienti di oggi non si affidano esclusivamente a un unico canale ma, in varia misura, cercano informazioni online, anche attraverso recensioni, testimonianze di familiari e amici, oppure i consigli di broker e agenti, sentendosi autorizzati a prendere decisioni di acquisto indipendenti. I potenziali clienti ricercano la convenienza e nelle aziende non tradizionali della rete trovano un’esperienza sempre più interessante.
Mentre oltre il 50% degli intervistati desidera un’assicurazione basata sull'utilizzo effettivo, grazie all'iper-personalizzazione e con un buon rapporto qualità-prezzo, oggi solo il solo il 35% delle compagnie fornisce agli agenti strumenti digitali che aiutano a determinare gli eventi che possono manifestarsi nella vita del cliente, come il matrimonio, un figlio o l'acquisto della casa e, in realtà, solo un quarto di essi afferma che il tracciamento dei dati esterni sia un elemento utile. Per questo i consumatori si rivolgono sempre più al web che mette a confronto le varie compagnie assicurative e a quelli delle compagnie stesse per raccogliere informazioni sui prodotti assicurativi.

A cura di: Fernando Mancini
Come valuti questa notizia?
Assicurazioni: sempre più clienti cercano la polizza sul web Valutazione: 3/5
(basata su 1 voti)
Qualsiasi decisione di investimento che venga presa in relazione all'utilizzo di informazioni ed analisi presenti sul sito è di esclusiva responsabilità dell'investitore, che deve considerare i contenuti del sito come strumenti di informazione. Le informazioni, i dati e le opinioni fornite all’interno della sezione “news” di questo sito si basano su fonti ritenute affidabili ed in buona fede; in nessun caso, tuttavia, si potrà ritenere che Innofin SIM abbia rilasciato attestazioni o garanzie, esplicite o implicite, in merito alla loro attendibilità, completezza o correttezza. Lo scopo dei dati e delle informazioni divulgate attraverso la sezione “news” del sito è prettamente informativo; esse non rappresentano, in alcun modo, una sollecitazione all'investimento in strumenti finanziari.
« Notizia precedente
Fisco: ecco come sono impiegate le tasse degli italiani
Notizia successiva »
Pil Italia: crollo nel 2020 anche con rimbalzo II semestre