SEI UN CONSULENTE FINANZIARIO AUTONOMO? 
Scopri i vantaggi del nostro servizio
Chiama gratis 800 92 92 95 CONTATTACI
x

Assoreti: nuovo record per il patrimonio

Assoreti ha reso noto che l’ammontare dei prodotti finanziari distribuiti dai propri consulenti ha toccato in settembre un nuovo massimo storico: 630,1 miliardi di euro. Il ruolo di locomotiva è stato interpretato dal risparmio gestito.

13/11/2020

Accentuare la diversificazione degli asset da mettere nei portafogli è stata in settembre la strategia degli investitori per rispondere all’incertezza e all’accumulo di liquidità che caratterizzano l’economia e le prospettive dei mercati. Ed è stata la scelta giusta, visto che nel mese la valorizzazione dei prodotti finanziari e dei servizi di investimento distribuiti dagli intermediari associati, tramite l’attività dei consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede, ha raggiunto un nuovo massimo storico a 630,1 miliardi di euro, in rialzo del 2,53% rispetto a giugno e, nonostante l’anno funestato dalla pandemia, del 4,82% rispetto a quanto registrato a fine di settembre 2019.

Il risparmio gestito fa volare la valorizzazione

La crescita, secondo il report periodico dell’associazione Assoreti, ha coinvolto principalmente la componente di portafoglio investita nei prodotti del risparmio gestito, cresciuta fino a 442 miliardi di euro, del 2,9% rispetto a giugno e del 4,3% rispetto a un anno fa. La variazione in termini assoluti (pari a 12,5 miliardi) è attribuibile sia alle performance dei prodotti in portafoglio, sia alla raccolta netta, che ha contribuito per 5,3 miliardi. Più contenuto l’incremento della componente amministrata (+1,6%) che, per effetto dei flussi di raccolta (3,2 miliardi), si attesta a 188,2 miliardi di euro. L’ampia diversificazione, secondo Assoreti, ha ottimizzato il rapporto rischio-rendimento.

La locomotiva degli OICR

Analizzando nel dettaglio i prodotti del risparmio gestito, il patrimonio degli OICR sottoscritti direttamente è pari a 202,8 miliardi di euro, con un incremento congiunturale del 2,8% e un’incidenza complessiva sul portafoglio del 32,2%. Il valore delle gestioni collettive aperte domiciliate all’estero è pari a 178,3 miliardi (+2,9%), mentre quella dei fondi aperti di diritto italiano si attesta sui 21,7 miliardi (+1,8%). I fondi chiusi mobiliari raggiungono i 2,3 miliardi di euro, con una crescita congiunturale del 10,2%.

I prodotti assicurativi sempre in auge

Il patrimonio dei prodotti assicurativi e previdenziali si attesta a 173,6 miliardi di euro, evidenziando una crescita del 2,8% su base congiunturale (e di ben il 6,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso) per un’incidenza nel portafoglio del 27,5%. Brillanti, secondo la tabella fornita dall’associazione, le performance delle unit linked, che raggiungono gli 88,6 miliardi di euro (+3,4%), delle polizze vita tradizionali che toccano i 43,8 miliardi (+1,1%) e dei prodotti multi-ramo con 26,7 miliardi (+3,0%), mentre la componente prettamente previdenziale sale a 14,4 miliardi (+3,4%). La valorizzazione delle gestioni individuali si attesta a 65,6 miliardi (+3,6%), con un’incidenza in portafoglio del 10,4%.

Stabile la liquidità detenuta nei portafogli

La crescita risulta più evidente sulle GPF (+5,5%), che toccano i 29,8 miliardi, mentre le GPM salgono a 35,8 miliardi (+2,1%). A fine mese, il contributo complessivo delle reti al patrimonio investito in OICR aperti si attesta a 358,2 miliardi, pari al 33,9% del patrimonio totale investito in fondi (patrimonio gestito pari a 1.057,5 miliardi). Nell’ambito del risparmio amministrato la componente in titoli sale a 82,9 miliardi (+0,5%) per una quota in portafoglio del 13,2%. La dinamica ha interessato soprattutto i titoli di Stato (+1,4%), i certificate (+4,5%) e gli exchange traded product (+0,9%). Stabile invece la liquidità presente nei portafogli (16,7%), con 105,2 miliardi di euro (+2,5%).

A cura di: Fernando Mancini

Parole chiave:

prodotti finanziari assoreti risparmio gestito
Qualsiasi decisione di investimento che venga presa in relazione all'utilizzo di informazioni ed analisi presenti sul sito è di esclusiva responsabilità dell'investitore, che deve considerare i contenuti del sito come strumenti di informazione. Le informazioni, i dati e le opinioni fornite all’interno della sezione “news” di questo sito si basano su fonti ritenute affidabili ed in buona fede; in nessun caso, tuttavia, si potrà ritenere che Innofin SIM abbia rilasciato attestazioni o garanzie, esplicite o implicite, in merito alla loro attendibilità, completezza o correttezza. Lo scopo dei dati e delle informazioni divulgate attraverso la sezione “news” del sito è prettamente informativo; esse non rappresentano, in alcun modo, una sollecitazione all'investimento in strumenti finanziari.

Articoli correlati