Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy e/o negare il consenso all'utilizzo dei cookie di terze parti clicca qui.
Continuando la navigazione o cliccando sul tasto "OK" ne autorizzi l'uso.
Scopri gratuitamente il nostro servizio
Scopri i vantaggi del nostro servizio

COMPILA IL MODULO PER ESSERE RICHIAMATO

Se sei interessato al nostro servizio lasciaci i tuoi dati. Un nostro operatore ti contatterà per fornirti gratuitamente e senza impegno tutte le informazioni relative a FondiOnline.it

DATI DI CONTATTO

* Nota: i campi indicati con l'asterisco sono obbligatori

INFORMAZIONI ADDIZIONALI

PRIVACY E CONDIZIONI DI UTILIZZO

T.Rowe Price: cinque temi operativi per il 2021

20/01/2021

T.Rowe Price: cinque temi operativi per il 2021

Il 2020 è stato caratterizzato da emozioni contrastanti: da una parte è stato l’anno della pandemia da coronavirus e dall’altra, nonostante la crisi economica, un anno che ha premiato i risparmiatori con risultati straordinari nei più disparati settori di mercato (in particolare quello azionario). A fronte di dinamiche così contradditorie, cosa possiamo aspettarci dal 2021 e come gli investitori dovrebbero riallocare il proprio portafoglio? Ecco cinque temi chiave che quest’anno, suggerisce Yoram Lusting, head of EMEA Multi-Asset Solutions di T. Rowe Price, bisognerà seguire per cercare di anticipare l’orientamento dei mercati.

La pandemia spingerà ancora alla cautela

In cima alla lista c’è la pandemia che impatta sull'economia globale, che è comunque vista in miglioramento anche se in modo discontinuo. La crisi da Covid-19 influenza anche i comportamenti: aziende e consumatori tenderanno a muoversi con cautela. Anche perché, come già sperimentato nel 2020, il sentiment può passare velocemente da esplosioni di ottimismo a fasi di puro pessimismo. Considerato questo quadro, Lustig suggerisce di diversificare quindi il portafoglio tra asset difensivi e investimenti capaci di aggiungere rendimento. Vale la pena includere anche asset ciclici, poiché tendono a sovra-performare durante la fase di ripresa. Da non scartare, comunque, anche una gestione attiva qualificata, soprattutto perché i prezzi di alcuni asset sono saliti molto.

La geopolitica, un occhio di riguardo a Cina e Russia

In tempi ‘normali’ la geopolitica fa da sottofondo per i mercati, anche se non è più così da un decennio e oggi a maggior ragione. La pandemia ha accelerato cambiamenti secolari come il crescente divario di ricchezza, il malcontento sociale, il populismo, il protezionismo e l'ascesa della Cina. Queste tensioni geopolitiche, stima l’esperto, sono destinate a durare. L’attenzione dovrebbe essere rivolta alla Russia (dove la leadership potrebbe cambiare), e anche alla Cina che sta emergendo più forte dalla pandemia, alimentando le tensioni con gli Usa in quella che potrebbe essere la Seconda Guerra Fredda. Il suggerimento principale per gli investitori è quindi di concentrarsi sugli asset dei mercati domestici, meno suscettibili alle turbolenze globali.

Gli effetti degli stimoli monetari e fiscali

Il terzo tema operativo sono i diversi stimoli all’economia. Se le politiche monetarie non convenzionali e l'espansione dei bilanci delle Banche centrali sono state la norma nell'ultimo decennio, lo stimolo fiscale e l'espansione dei deficit pubblici diventeranno la nuova normalità di domani. In questo contesto, secondo Lustig, è possibile che i rendimenti obbligazionari rimangano molto bassi. Certo, potrebbero risalire dai minimi del 2020, ma è improbabile che crescano in modo significativo, poiché si prevede che sia l'economia sia l'inflazione continueranno a essere deboli. Nonostante l'incertezza e le valutazioni elevate, un'idea d'investimento può essere quella degli asset rischiosi, che dovrebbero continuare a ricevere sostegno dalle Banche centrali.

L’attenzione su vincitori e vinti del Covid-19

Un altro tema chiave è la sorte divergente di alcuni segmenti di economia e mercato. La volatilità e la dispersione tra vincitori e vinti possono creare rischi, ma anche opportunità. L'aumento dei contagi e il freno alle attività possono generare una sovra-performance di growth e large cap e un rafforzamento del dollaro, mentre le notizie sul vaccino e sull'allentamento dei lockdown potrebbero invertire il mood e spianare la strada per il value e le small cap, con un dollaro debole. Qui, l’idea di investimento è di mantenere l'equilibrio tra potenziali vincitori e vinti, tramite una gestione attiva. Sebbene la pandemia sia distruttiva, in alcuni casi può anche essere costruttiva: per questo conviene selezionare strumenti che offrano una crescita duratura.

La parola d’ordine è ‘equilibrio’

Il costo della protezione sul rischio azionario è oneroso per l’incertezza di fondo. Oggi i titoli di Stato sono molto cari e questo ne limita il loro potere difensivo. In alternativa c’è il dollaro, ma anche questo non è economico. Una prima ipotesi da questo punto, secondo l’esperto di T. Rowe Price, è quella di includere nei portafogli altre valute rifugio come yen e franco svizzero. Un'altra opzione sono le strategie attive per attingere all’obbligazionario globale, alla ricerca di modi per ridurre il rischio di ribasso.
In conclusione, il tema chiave del 2021 è equilibrio: bilanciare investimenti che possano sfruttare il rialzo con beni rifugio, utili in caso di difficoltà dei mercati.

A cura di: Fernando Mancini
Parole chiave: rowe, mercati, inflazione, cina, russia
Come valuti questa notizia?
T.Rowe Price: cinque temi operativi per il 2021 Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Qualsiasi decisione di investimento che venga presa in relazione all'utilizzo di informazioni ed analisi presenti sul sito è di esclusiva responsabilità dell'investitore, che deve considerare i contenuti del sito come strumenti di informazione. Le informazioni, i dati e le opinioni fornite all’interno della sezione “news” di questo sito si basano su fonti ritenute affidabili ed in buona fede; in nessun caso, tuttavia, si potrà ritenere che Innofin SIM abbia rilasciato attestazioni o garanzie, esplicite o implicite, in merito alla loro attendibilità, completezza o correttezza. Lo scopo dei dati e delle informazioni divulgate attraverso la sezione “news” del sito è prettamente informativo; esse non rappresentano, in alcun modo, una sollecitazione all'investimento in strumenti finanziari.
« Notizia precedente
Brexit: cosa cambierà con l’accordo raggiunto
Notizia successiva »
BluBay: mercati ben intonati nonostante seconda ondata