SEI UN CONSULENTE FINANZIARIO AUTONOMO? 
Scopri i vantaggi del nostro servizio
Chiama gratis 800 92 92 95 CONTATTACI
x

Bce: economia in ripresa e inflazione sotto controllo

La Bce, nel suo bollettino mensile, ha definito la ripresa economica equilibrata e ne prevede un’ulteriore accelerazione nel secondo semestre. Nessun timore per la recente dinamica dell’inflazione, ritenuta del tutto tecnica e provvisoria.

01/07/2021
Il bollettino mensile della Bce di giugno

Nuova boccata di ossigeno per i mercati europei: l’economia è in ripresa e l’inflazione non è un problema. Lo certifica la Bce nel suo bollettino mensile, dove spiega che la congiuntura dell’Eurozona – dopo la contrazione subita nel primo trimestre dell’anno - sta gradualmente ripartendo grazie al miglioramento sul fronte del controllo della pandemia e dei significativi successi delle campagne di vaccinazione.

I contributi maggiori sono arrivati dal settore dei servizi e dal perdurante dinamismo della produzione manifatturiera. La Bce, inoltre, prevede un netto miglioramento nel secondo semestre dell’anno, in sintonia con la progressiva revoca delle misure di contenimento del virus.

Attesa un’ulteriore accelerazione nel secondo semestre

Nel prosieguo del 2021 il ciclo economico dell’Europa beneficerà, in modo determinante, anche dell’incremento della spesa per consumi, della vigorosa domanda mondiale e dell’orientamento accomodante della politica monetaria e di bilancio.

Non di meno, la Banca Centrale Europea riconosce che sullo sfondo permangono alcune incertezze, come quelle ancora legate all’emergenza sanitaria che condizionano in modo particolare le prospettive di breve termine. In particolare, sottolinea nel bollettino, preoccupano il diffondersi delle varianti del virus e le sue ricadute sull’economia e sui mercati finanziari, elementi che continuano a rappresentare una fonte di rischi al ribasso.

Tensioni tecniche estemporanee sui prezzi

L’inflazione è sì aumentata negli ultimi mesi, ma principalmente a causa di effetti base, fattori transitori e del caro energia. Dovrebbe salire ulteriormente nella seconda metà dell’anno (verso l’autunno, soprattutto per la fine della riduzione temporanea dell’IVA in Germania), per poi scendere via via che vengono meno i fattori temporanei. Le ultime proiezioni indicano un aumento graduale delle spinte inflative di fondo su tutto l’orizzonte di riferimento, benché le pressioni rimangano contenute in un contesto di capacità inutilizzata ancora elevata, delle moderate spinte salariali e dell’apprezzamento dell’euro. Comunque sia, la Bce si attende che l’inflazione si mantenga sotto il suo target.

Stime Pil ritoccate al rialzo: +4,6% nel 2021 e +4,7% nel 2022

Lo scenario di base delle proiezioni macroeconomiche di giugno 2021 formulate dagli esperti per l’area indica una crescita annua del PIL in termini reali pari al 4,6 per cento per quest’anno, al 4,7 per il prossimo e al 2,1 per il 2023. Rispetto allo scorso marzo, le prospettive della Bce per l’attività economica sono state riviste al rialzo per il 2021 e il 2022, mentre sono state confermate per il 2023. Nel complesso, secondo il report, i rischi per le prospettive di crescita nell’Eurozona sono sostanzialmente bilanciati. Da un lato le nuove varianti del virus e, dall’altro lato una ripresa ancora più forte potrebbe fondarsi sulle prospettive più favorevoli per la domanda mondiale e su una riduzione del risparmio delle famiglie più rapida del previsto dopo la revoca delle restrizioni sociali e legate ai viaggi.

A cura di: Fernando Mancini

Parole chiave:

bce inflazione pil domanda ripresa economica
Qualsiasi decisione di investimento che venga presa in relazione all'utilizzo di informazioni ed analisi presenti sul sito è di esclusiva responsabilità dell'investitore, che deve considerare i contenuti del sito come strumenti di informazione. Le informazioni, i dati e le opinioni fornite all’interno della sezione “news” di questo sito si basano su fonti ritenute affidabili ed in buona fede; in nessun caso, tuttavia, si potrà ritenere che Innofin SIM abbia rilasciato attestazioni o garanzie, esplicite o implicite, in merito alla loro attendibilità, completezza o correttezza. Lo scopo dei dati e delle informazioni divulgate attraverso la sezione “news” del sito è prettamente informativo; esse non rappresentano, in alcun modo, una sollecitazione all'investimento in strumenti finanziari.

Articoli correlati