Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy o negare il consenso al loro utilizzo clicca qui. Continuando la navigazione o chiudendo il banner ne autorizzi l'uso.
Scopri gratuitamente il nostro servizio

COMPILA IL MODULO PER ESSERE RICHIAMATO

Se sei interessato al nostro servizio lasciaci i tuoi dati. Un nostro operatore ti contatterà per fornirti gratuitamente e senza impegno tutte le informazioni relative a FondiOnline.it

DATI DI CONTATTO

* Nota: i campi indicati con l'asterisco sono obbligatori

INFORMAZIONI ADDIZIONALI

PRIVACY E CONDIZIONI DI UTILIZZO

Casa di prestigio, non tramonta mai il sole

22/02/2019

Casa di prestigio, non tramonta mai il sole

Non è che negli immobili di prestigio la crisi immobiliare degli ultimi anni non abbia influito, ma certamente resta una tipologia di appartamenti che è sempre molto richiesta e per la quale i prezzi scendono molto meno rispetto alla media e soprattutto ricominciano a salire ai primi accenni di ripresa.

Ma che cosa si intende per immobili di prestigio? Una risposta viene dall’Ufficio Studi del gruppo Tecnocasa, azienda leader in Italia nell’intermediazione immobiliare: «È fondamentale soprattutto la localizzazione dell’immobile, che talvolta ne connota il pregio più delle sue caratteristiche intrinseche che hanno comunque un peso importante nella valutazione da parte di un cliente top. Importanti anche la metratura (a partire da 150 metri quadrati), con un minimo di due bagni. Il terrazzo è sempre un must. Le richieste più ricorrenti riguardano essenzialmente la zona giorno, con saloni di rappresentanza e ampie cucine, la master bedroom con spaziosa cabina armadio e il bagno en-suite. Caratteristiche che aggiungono allure alle tipologie top sono la privacy e avanzati sistemi di sicurezza. Occorre anche che altri elementi siano curati nei minimi particolari soprattutto nelle nuove costruzioni per le quali si considera oltre al contesto, le tecnologie all’avanguardia, la classe energetica e gli spazi dedicati al relax e al benessere come fitness room».  Diciamo che per un appartamento di questo genere non tramonta mai il sole.

Ma quanto costa acquisire una casa con questi requisiti? E soprattutto quali sono le zone al top più importanti in Italia? Per quanto riguarda Milano, la zona considerata migliore è Brera, ma sempre molto ricercate sono anche via Moscova, corso Garibaldi, via Varese, via Volta e via San Marco, dove si registrano valori medi di 7.000 euro al metro quadrato per immobili da ristrutturare, 8.000-9.000 euro per quelli in ottimo stato e punte di 10.000-13.000 per le soluzioni nuove. Mercato esclusivo anche quello che si sviluppa nel tratto che va da Crocetta a Missori, dove si possono raggiungere top price di 8.000 euro al metro quadrato in piazza della Guastalla e una media di 6.000-7.000 in piazza Mondadori, via Quadronno, via Vigoni.

A Roma le zone che si prestano maggiormente a questo tipo di acquisti sono piazza del Popolo, via del Babuino e piazza di Spagna. Nelle prime due le quotazioni medie sono di 8.000-9.000 euro al metro quadrato, mentre ai piani alti in piazza di Spagna si registrano punte di 15.000. Nelle altre zone del centro i prezzi scendono mediamente a 5.000-6.000 per raggiungere valori di 7.000-8.000 euro per quelle posizionate in via Veneto, Fontana di Trevi e piazza Navona. Intorno al Pantheon e nel Ghetto Ebraico non si superano gli 8.000 euro per soluzioni da ristrutturare con punte di 10.000 per  abitazioni in buono stato.

Un’altra città che ha una notevole quantità di immobili di prestigio è Firenze: in zona centro-Santa Croce sono presenti appartamenti con vista e finiture di particolare pregio i cui prezzi sono in media di 5.000 euro al metro quadrato (soluzioni ristrutturate), valori che si raddoppiano se l’immobile, sempre adiacente alla Basilica di Santa Croce, è molto piccolo (15-20 metri quadrati). Quotazioni simili anche per le case signorili presenti in piazza d’Azeglio, dove gli appartamenti sono ricercati per le ampie metrature e i soffitti alti. Sul Lungarno i valori sono di  5.500 euro per soluzioni con vista e di 4.000 per quelli senza affaccio. Le antiche abitazioni che si trovano in pieno centro storico a ridosso del Duomo, in piazza Repubblica e in piazza della Signoria, sono caratterizzate da soffitti alti, metrature ampie, statue ed affreschi: si tratta di palazzi nobiliari che appartenevano (oppure appartengono) alle famiglie storiche fiorentine: in alcuni casi si toccano top price di 10.000 euro, cifra con la quale si possono acquistare attici signorili ristrutturati e dotati di ascensore.

Mercato forte anche a Napoli: su via Petrarca si può acquistare a 5.000-5.500 euro e in via Posillipo si trovano immobili storici e signorili  e  si toccano top price di 6.000-6.500 euro al metro quadrato. Infine Torino: l’area del centro storico che si sviluppa intorno a piazza Carlina e a piazza Castello, poco trafficata, tranquilla e signorile, è molto richiesta. Questa zona è caratterizzata da palazzi sorti tra il XVII ed il XIX secolo, con abitazioni prestigiose spesso impreziosite da soffitti a cassettoni e affreschi con prezzi medi di 3.000-3.200 euro al metro quadrato, ma si possono raggiungere 5.000 euro per alcune soluzioni posizionate su via Roma.

A cura di: Alessandro Secciani
Parole chiave: case, quotazioni, milano
Come valuti questa notizia?
Casa di prestigio, non tramonta mai il sole Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Qualsiasi decisione di investimento che venga presa in relazione all'utilizzo di informazioni ed analisi presenti sul sito è di esclusiva responsabilità dell'investitore, che deve considerare i contenuti del sito come strumenti di informazione. Le informazioni, i dati e le opinioni fornite all’interno della sezione “news” di questo sito si basano su fonti ritenute affidabili ed in buona fede; in nessun caso, tuttavia, si potrà ritenere che Innofin SIM abbia rilasciato attestazioni o garanzie, esplicite o implicite, in merito alla loro attendibilità, completezza o correttezza. Lo scopo dei dati e delle informazioni divulgate attraverso la sezione “news” del sito è prettamente informativo; esse non rappresentano, in alcun modo, una sollecitazione all'investimento in strumenti finanziari.
« Notizia precedente
Faang, la correzione come opportunità d’acquisto
Notizia successiva »
Cresce il peso degli algoritmi nella gestione del risparmio
ARTICOLI CORRELATI
Casa, un mercato spaccato in due pubblicato il 29 marzo 2019
Immobili, guadagnare si può pubblicato il 1 febbraio 2019
Il petrolio ha scontato una recessione non pervenuta pubblicato il 15 gennaio 2019
Italia, bene i titoli del lusso, male i finanziari pubblicato il 20 marzo 2019
Un futuro ancora incerto per Piazza Affari pubblicato il 18 marzo 2019