Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy e/o negare il consenso all'utilizzo dei cookie di terze parti clicca qui.
Continuando la navigazione o cliccando sul tasto "OK" ne autorizzi l'uso.
Scopri gratuitamente il nostro servizio
Scopri i vantaggi del nostro servizio

COMPILA IL MODULO PER ESSERE RICHIAMATO

Se sei interessato al nostro servizio lasciaci i tuoi dati. Un nostro operatore ti contatterà per fornirti gratuitamente e senza impegno tutte le informazioni relative a FondiOnline.it

DATI DI CONTATTO

* Nota: i campi indicati con l'asterisco sono obbligatori

INFORMAZIONI ADDIZIONALI

PRIVACY E CONDIZIONI DI UTILIZZO

Etf: il successo dei prodotti passivi

19/11/2020

Etf: il successo dei prodotti passivi

Gli investitori alla scoperta degli Etf, strumenti interessanti da mettere nei portafogli perché sono in grado di cogliere in modo rapido i trend di fondo dei mercati cui fanno riferimento. Tra le altre qualità di questi ‘prodotti passivi’, che non si possono sottostimare se si punta ad avere un portafoglio efficiente e diversificato, ci sono la semplicità, la convenienza e la trasparenza. Il fatto che abbiano affrontato brillantemente la forte volatilità vista all’inizio anno dimostra, secondo quanto emerso nell’incontro R-Evolution di Assogestioni-FocusRisparmio, che sono pronti ad adeguarsi alle future evoluzioni del mercato.

Portafogli più efficienti e diversificati

Proprio per questo si sta evolvendo l’attenzione degli investitori verso la gestione passiva, dove sempre più attori utilizzano fondi-indice ed Etf per rendere i propri portafogli più efficienti e diversificati. L’opportunità di poter avere a disposizione una gamma di strategie molto ampia, permette infatti di poter modulare le scelte in base ai trend in atto e alle tematiche emergenti. Nel 2000 gli Etf valevano 80 miliardi di dollari in gestione a livello globale, mentre oggi superano 6 trilioni. Le due caratteristiche che li hanno fatti decollare, dice Lorenzo Alfieri, vicepresidente di Assogestioni, sono l’efficienza nei costi e la trasparenza.

Strumenti quotati ed estremamente liquidi

Ma cosa sono esattamente gli Etf (acronimo di Exchange Traded Funds)? Sono un tipo di fondi d’investimento a gestione passiva e la loro strategia è di replicare la performance del mercato (con un indice benchmark) cui fanno riferimento. La loro caratteristica permette anche ai piccoli investitori di accedere ai principali indici di mercato senza per questo esporsi alla volatilità dei singoli titoli (che possono essere azioni, obbligazioni o materie prime). Sono strumenti quotati e quindi sono estremamente liquidi,ovvero permettono all’investitore di realizzare rapidamente o comprare e vendere senza il rischio di una svalutazione del capitale.

Le Banche centrali hanno comprato Etf per immettere liquidità

Il brillante comportamento dimostrato dagli Eft nelle fasi più concitate dei mercati durante l’emergenza sanitaria rappresenta, secondo gli esperti, un passaggio epocale sia nella loro storia di strumento finanziario, sia per la percezione che ne ha oggi il risparmiatore. Non è un caso, osservano, che la Fed e le altre Banche centrali abbiano comprato proprio Etf per immettere liquidità nel sistema in quel periodo. Quando a marzo c'è stata una situazione di forte stress e non c'era liquidità, gli Etf trattavano con volumi 5 volte superiori rispetto ai sottostanti.

Il futuro roseo

Gli esperti prevedono che gli Etf continueranno ad avere raccolte nette sempre più significative, perché si sono rivelati stabili e perché rappresentano un modo per entrare su mercati altrimenti difficilmente accessibili. Per questo sempre più consulenti chiedono una formazione specifica sull’argomento, su come inserire i prodotti passivi nei portafogli dei loro clienti. Sul mercato c’è infatti una forte esigenza di proporre soluzioni di investimento semplici in passivo, costruite unendo le competenze di fabbrica prodotto e distributore con l’obiettivo di gestire l’elevato livello di liquidità sui conti correnti degli italiani.

A cura di: Fernando Mancini
Parole chiave: fondi, etf, investitori, assogestioni
Come valuti questa notizia?
Etf: il successo dei prodotti passivi Valutazione: 4/5
(basata su 1 voti)
Qualsiasi decisione di investimento che venga presa in relazione all'utilizzo di informazioni ed analisi presenti sul sito è di esclusiva responsabilità dell'investitore, che deve considerare i contenuti del sito come strumenti di informazione. Le informazioni, i dati e le opinioni fornite all’interno della sezione “news” di questo sito si basano su fonti ritenute affidabili ed in buona fede; in nessun caso, tuttavia, si potrà ritenere che Innofin SIM abbia rilasciato attestazioni o garanzie, esplicite o implicite, in merito alla loro attendibilità, completezza o correttezza. Lo scopo dei dati e delle informazioni divulgate attraverso la sezione “news” del sito è prettamente informativo; esse non rappresentano, in alcun modo, una sollecitazione all'investimento in strumenti finanziari.
« Notizia precedente
CGIA: Covid, quest’anno italiani più poveri di 2.500 euro
Notizia successiva »
Brexit: verificare rapporti con banche e polizze d’Oltremanica