SEI UN CONSULENTE FINANZIARIO AUTONOMO? 
Scopri i vantaggi del nostro servizio
Chiama gratis 800 92 92 95 CONTATTACI

Compila il modulo per essere richiamato

Se sei interessato al nostro servizio lasciaci i tuoi dati. Un nostro operatore ti contatterà per fornirti gratuitamente e senza impegno tutte le informazioni relative a FondiOnline.it

Dati di contatto

Errore nella compilazione del campo
Errore nella compilazione del campo
Errore nella compilazione del campo
Errore nella compilazione del campo

Informazioni addizionali

Errore nella compilazione del campo
* Nota: i campi indicati con l'asterisco sono obbligatori

Privacy e condizioni di utilizzo

News Fondi, p. 33

In questa sezione trovi tutte le informazioni sul mondo dei fondi.


La Carestia dei rendimenti obbligazionari

La Carestia dei rendimenti obbligazionari

19/09/2017 in “Mercati

Negli ultimi tre anni il portafoglio benchmark di un investitore medio poco incline al rischio avrebbe visto ridursi i rendimenti totali lordi annuali dal 9 per cento (2014) al 3 per cento (2015) al 2 per cento (2016).

Due esempi da non seguire

Due esempi da non seguire

19/09/2017 in “Mercati

Svalutare, stampare moneta, gonfiare la spesa pubblica. Ricette infelici che hanno pilotato, il Venezuela oggi e l’Argentina in un passato non molto lontano, a sfiorare l’abisso senza ritorno.

I rischi del referendum per il rating spagnolo

I rischi del referendum per il rating spagnolo

18/09/2017 in “Mercati

Moody’s ha comunicato la settimana scorsa che il processo indipendentista della Catalogna potrebbe essere in grado di produrre degli effetti negativi sulla solvibilità dello Stato spagnolo e della regione catalana.

Wall Street a 2.500

Wall Street a 2.500

18/09/2017 in “Mercati

Il più importante indice borsistico americano ha toccato quota 2.500, mettendo a segno l'ennesimo record di quello che è ormai uno dei listini equity più cari di sempre. Le previsioni degli utili per il terzo trimestre sono modeste.

High yield Usa, ottimi ritorni, ma tanta volatilità

High yield Usa, ottimi ritorni, ma tanta volatilità

15/09/2017 in “Mercati

Gli high yield presentano un ampio livello di volatilità e, se si decide di avere questa fonte di rendimento, bisogna accettare la possibilità di enormi oscillazioni, almeno in un contesto di politiche monetarie così lassiste.

Il linguaggio dei bond

Il linguaggio dei bond

15/09/2017 in “Mercati

Tassi di interesse ai minimi storici e piano di stimoli messo a punto dalla Bce rendono complicata la ricerca di opportunità d’investimento. Breve excursus della terminologia base da conoscere per coloro che si muovono nel mercato dei bond.

A caccia di una direzione per i tassi Usa

A caccia di una direzione per i tassi Usa

14/09/2017 in “Mercati

Studi recenti confermano che la forza delle iniezioni di liquidità volute dalle Federal Reserve hanno pesato non poco sul ridimensionamento dei tassi sui Treasury. Cosa potrebbe accadere se la Fed ridurrà il suo bilancio? 

Panoramica sui mercati emergenti

Panoramica sui mercati emergenti

14/09/2017 in “Mercati

Grazie all'ottimo andamento degli ultimi mesi l'indice Msci Em ha rotto al rialzo il trend ribassista iniziato dopo i massimi storici nel 2007, ma nel breve termine non mancano elementi che invitano alla prudenza.

Soffia di nuovo il vento dell’Est

Soffia di nuovo il vento dell’Est

13/09/2017 in “Mercati

Dopo aver fatto i conti con un periodo molto difficile, alcune economie dell’Europa orientale hanno ricominciato a macinare buoni risultati e offrire opportunità interessanti d’investimento.

L’occupazione spinge il Paese

L’occupazione spinge il Paese

13/09/2017 in “Mercati

Molti osservatori indicano la disoccupazione come uno dei talloni d’Achille della nostra economia.Tra il secondo trimestre del 2017 e lo stesso periodo dell'anno precedente si stima una crescita di 153 mila occupati.

Cina e Russia minacciano le divise digitali

Cina e Russia minacciano le divise digitali

12/09/2017 in “Mercati

Il Bitcoin ha accusato una perdita vicina al 9% in sole tre sedute di negoziazione. Pechino pianifica la chiusura del principali siti produttivi e Mosca vuole regolamentare gli scambi per combattere le frodi.

Ridurre le scadenze sui Treasury

Ridurre le scadenze sui Treasury

11/09/2017 in “Mercati

I rendimenti dei titoli di stato statunitensi a tre anni sono raddoppiati lo scorso anno, mentre il rendimento dei titoli decennali è salito di mezzo punto percentuale dalle elezioni presidenziali.

Neanche la Bce è onnipotente

Neanche la Bce è onnipotente

11/09/2017 in “Mercati

Se i prezzi al consumo nell'Eurozona quest'anno dovessero non superare quota 1,2-1,3 per cento e l'euro non perdesse un po' di terreno sulle altre valute, non ci sarebbe da sorprendersi se nel 2018 si scendesse sotto l'1 per cento di inflazione.

Africa, un investimento a lungo termine

Africa, un investimento a lungo termine

08/09/2017 in “Mercati

Nel 2016 l’incremento del Pil nell’Africa subsahariana è stato dell’1,4 per cento, mentre per il 2017 e il 2018 l'Fmi prevede una ripresa: +2,6 per cento e +3,5 per cento. Si attende quindi una spinta dall’economia.

Record per i dividendi globali

Record per i dividendi globali

07/09/2017 in “Mercati

Nel secondo trimestre del 2017 il totale dei dividendi distribuiti dalle aziende globali ha toccato il record storico trimestrale di 447,5 miliardi di dollari superando il record precedente raggiunto nel secondo trimestre del 2014.

Un’Europa che non può permettersi di rallentare

Un’Europa che non può permettersi di rallentare

06/09/2017 in “Mercati

In Europa il Pmi composite definitivo per agosto è risultato pari a 55,7: il livello mostrato è ancora coerente con un quadro di buona espansione. Se analizziamo i due componenti principali, manifattura e servizi, si vede qualche crepa.

L’Italia riparte in forze

L’Italia riparte in forze

05/09/2017 in “Mercati

Il Pil in valori concatenati con anno di riferimento 2010, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, ha segnato un aumento dello 0,4% sul trimestre precedente, registrando la crescita più alta degli ultimi sei anni.

Auto, al centro degli squilibri europei

Auto, al centro degli squilibri europei

04/09/2017 in “Mercati

La Germania domina: nel 1990 produceva più di 4,9 milioni di auto, nel 2000 circa 5,5, nel 2010 era sopra 5,9 e nel 2016 oltre 6 milioni. Inoltre la sua produzione si è estesa ad Austria, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria e Slovenia.

Auto, un pilastro anche per i paesi ricchi

Auto, un pilastro anche per i paesi ricchi

04/09/2017 in “Mercati

In cima alla catena troviamo però ancora le nazioni proprietarie dei marchi globali, che spesso vantano importanti asset industriali nei paesi di origine, anche se nel contempo hanno espanso la produzione in molti altri nuovi mercati da servire.

Corea del nord, tre scenari per capire

Corea del nord, tre scenari per capire

30/08/2017 in “Mercati

Gli scenari sono tre: un primo, poco probabile, che contempla, l’intervento di Usa e Cina, un secondo, ancora meno probabile, che prevede l’attacco coreano e uno quasi certo con la convivenza con un membro capriccioso nel club atomico.

Auto, sempre più per emergenti

Auto, sempre più per emergenti

28/08/2017 in “Mercati

La Cina nel 2016 è stata di gran lunga il primo produttore mondiale di auto, con 28 milioni di veicoli, più del doppio rispetto agli Usa. Anche India, Thailandia e Turchia hanno vissuto un boom.

Auto, bene le vendite, male in borsa

Auto, bene le vendite, male in borsa

25/08/2017 in “Mercati

La ripresa di questi anni è stata caratterizzata da un ritorno fenomenale delle vendite di veicoli negli Usa, cui si sono aggiunti la vorticosa ascesa della Cina, l'avvio di numeri importanti in India e un’importante ripresa in Europa.

Small cap, c’è un futuro

Small cap, c’è un futuro

23/08/2017 in “Mercati

Fondamentali migliori rispetto alle large cap, un forte dinamismo nei settori growth, una minore volatilità, ampie possibilità di stock picking e una quasi assenza nelle aree più in crisi dovrebbero influire positivamente.

I limiti dell'auto

I limiti dell'auto

22/08/2017 in “Mercati

L'allocazione territoriale piuttosto peculiare (Giappone, Usa, Germania), fortemente ciclica, in un comparto già ciclico, fa sì che ci siano caratteristiche di elevato beta e di forte volatilità che ne limitano fortemente l'attrattiva.

Buone notizie dal Pil europeo

Buone notizie dal Pil europeo

18/08/2017 in “Mercati

L'Italia, con il suo +1,5 per cento su base annua, che ha fatto seguito all’1 per cento dei primi tre mesi del 2017, si conferma una delle economie a minore crescita del mondo, ma anche un sistema in una fase di ripresa come non si vedeva dal 2006.

Small e mid cap, è qui la festa

Small e mid cap, è qui la festa

15/08/2017 in “Mercati

I risultati positivi sono stati ottenuti con gruppi che operano in quasi tutti i settori e sono molto forti in ambiti tecnologicamente avanzati o ad alti tassi di crescita come l’It, le biotech e la cura della salute, i servizi finanziari, il lusso.

L'ingombrante peso dei cambi

L'ingombrante peso dei cambi

10/08/2017 in “Mercati

Se ipotizziamo che stiamo andando incontro a un mondo di bassi rendimenti, nel calcolo del guadagno atteso e del Var dei propri portafogli si rischia di vedere l'elemento forex assumere un'importanza enorme rispetto al passato.

Inflazione, il mistero dei mercati

Inflazione, il mistero dei mercati

08/08/2017 in “Mercati

In Europa, a luglio, si evidenzia che l’incremento del costo della vita al consumo è salito di un modesto 1,3 per cento su base annua. Il fenomeno continuerà nel tempo e ci dovremo affidare a incrementi inflativi contingenti e limitati

Povero dollaro

Povero dollaro

07/08/2017 in “Mercati

È impressionante la velocità con cui si è passati alla delusione nei confronti delle politiche di Trump e una delle conseguenze immediate è stata di avere reso il mercato valutario più volatile rispetto agli altri.

Le paludi della volatilità americana

Le paludi della volatilità americana

02/08/2017 in “Mercati

La soluzione potrebbe essere un’esposizione a livello globale a Etf o fondi attivi che abbiano l’Msci Acwi It come benchmark oppure investire su Cds sul debito di alcuni colossi Usa o su opzioni su Etf basati sul Nasdaq o sull'S&P 500.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48